Millenium, recensione film originale

Tratto dal best-seller di Stieg Larsson, "Millenium" è una trilogia basata sulle agghiaccianti verità nascoste dei potenti organismi segreti svedesi, raccontati in chiave noir, in cui spicca in tutta la sua essenza dark - punk, il personaggio femminile principale, ovvero l'haker grottesca, Lisbeth Salander.

"Millenium" in realtà, è il titolo della rivista socio - economica, diretta dal giornalista Mikael Blomkvist, colui che con una delle sue inchieste scottanti, darà il via a tutte le vicende, partecipando attivamente e in prima linea, alla loro decodificazione, aiutato proprio da Lisbeth, la ragazza schiva e arrabbiata, dal passato cupo e violento.

Così come nella scrittura, anche nella versione cinematografica i tre episodi di Millenium, riportano i seguenti titoli: 

1."Uomini che odiano le donne":Mikael Blomkvist, alle prese con un processo che lo accusa di diffamazione a mezzo stampa, accetta di indagare, anche per salvare Millenium, su un omicidio insoluto che segnerà la collaborazione con Lisbeth.

2. "La ragazza che giocava con il fuoco": Lisbeth viene sospettata e ricercata per triplice omicidio.

3. "La regina dei castelli di carta": Lisbeth è diventata lo spettro di molti,e tutta la sua vita, se verrà alla luce, farà crollare i castelli di carta dei veri colpevoli.http://www.avmagazine.it/immagini/millenium_14_02_12.jpg

Personnaly © 2014 -  Ospitato da Overblog