Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
5 agosto 2012 7 05 /08 /agosto /2012 22:41

Il Marocco conteso tra Spagna e Francia

Avendo il Marocco subito una forte occupazione dall'esterno, che si è protratta fino alla storia recente, è molto sentita dai marocchini,la ricorrenza chiamata Festa della Rivoluzione del Popolo del Re, una commemorazione che riguarda proprio la fine del colonialismo. 

Con l'interesse francese di appropriarsi, agli inizi del Novecento, delle terre marocchine in contrasto con la Spagna già presente sul territorio, si arrivò alla Conferenza di Algecira: un congresso internazionale con il quale si decretò il controllo a predominanza francese e spagnola su tutto il Marocco. Tuttavia è con il trattato di Fez del 30 marzo del 1912, quando il sultano alawita 'Abd al-Hafiz conobbe la condizione di protettorato del Marocco, che il regno ineffetti diventava regolarmente una colonia francese mentre la Spagna manteneva il controllo diretto su alcune parti del paese. Questo inevitabilmente provocò rivolte in tutto il paese e la conseguente abdicazione di 'Abd al-Hafiz, al quale succedette il fratello Yusef ben Hassan.

5447867577_797e50bfc7.jpg

Il re che appoggiò la rivoluzione

Fu il figlio di Yusef ben Hassan, Mohammed ben Yusef salito al trono alla morte del padre come Mohammed V nel 1927 che segnò la storia nelle vicende che rappresentarono l'opposizione popolare all'occupazione francese.

I marocchini si ribellarono alla Francia mentre quest'ultima imponeva la propria autorità e ciò portò, nel 1944 alla fondazione del partito nazionalista Istiqlal che come obiettivo aveva quello di liberare il Marocco dai francesi.

In questo contesto la Francia si aspettava e pretendeva l'appoggio di Mohammed V per sconfiggere i ribelli, ma quest'ultimo, e fu in questa circostanza che ottenne il rispetto e l'affetto di tutto il popolo marocchino, si rifiutò  di fermare gli indipendentisti e di firmare il patto della dominazione francese sul Marocco, cagionando per lui e tutta la famiglia reale l'esilio nel 1953. Successivamente dopo la guerra, il partito nazionalista chiese appoggio agli Stati Uniti e alla Gran Bretagna e nel 1956, finalmente il Marocco fu liberato. Un anno dopo Mohammed V ritornava, richiamato nel suo regno e acclamato dal suo popolo.

20 agosto, una data celebrata

E' il 20 agosto la data celebrata come la Festa della Rivoluzione del Popolo del Re e non è un caso che possa sembrare una stonatura l'accostamento di un popolo ed un re in una rivoluzione. Eppure Mohammed V morto a Rabat nel 1961 è ricordato con il cuore dalla sua terra e il 20 agosto, giorno della sua deposizione, è commemorato come l'inzio della fine della colonizzazione francese.

In questo giorno gli uffici, le scuole altri luoghi di lavoro sono chiusi ma soprattutto, si festeggia con musica, danza e banchetti in onore al re.

Repost 0
Published by Babsy - in Viaggi
scrivi un commento
24 giugno 2012 7 24 /06 /giugno /2012 22:24

Poche sono le città europee che ispirano tanta solarità e voglia d’estate come la città di Barcellona. Seconda città della Spagna in numero di abitanti, dopo Madrid, il capoluogo della Catalogna è una destinazione che non può mancare nel diario di un buon viaggiatore.

I motivi sono molteplici e non solo per il clima mediterraneo, tipico delle città costiere nostrane, per il mare e le immense spiagge vicinissime al centro e a pochi minuti dalla metropolitana, oppure per la vita notturna caratterizzata da musica, concerti, numerosi pub o discoteche ma anche per la sua storia millenaria ricca di avvenimenti oggi ripercorribili attraverso i musei, i monumenti o le vie storiche.

 

Fare una vacanza a Barcellona significa godere di  5 km di sabbia dorata che danno un valore aggiunto alla città, dei quali si distingue Barceloneta, la più famosa e la più frequentata dai turisti, anche di notte, raggiungibile con la metro, linea 4 gialla. Nel distretto di Ciutad Vella si trova la spiaggia frequentata dai catalani, San Sebatian, attrezzata di docce e servizi d’assistenza, raggiungibile anch’essa con la metro linea 4. Per chi desidera invece starsene tranquillo, dedicata alle famiglie con bambini c’è Nova Icaria, lunga 400 metri appartenente al distretto di San Martí: ci si arriva in metropolitana, linea 4, fermate Ciutadella e Bogatell. Alle fermate Maresme e Selva de Mar, possiamo raggiungere Mar Bella, una spiaggia giovane inaugurata in occasione delle olimpiadi del 1992, famosa per essere definita la spiaggia per nudisti anche se non totalmente.

 

Amata dai giovani, studenti e non, la notte a Barcellona si accende di festa: sono molti gli appuntamenti e i locali frequentatissimi fino alle prime luci dell’alba. Non solo discoteche, di cui Barcellona è piena, come la famosa Havanna ma anche tanto rock con la Sala Apolo o  la trasgressiva Boulevard oppure i tanti pub con musica dal vivo e locali gratuiti dove bere drink e ballare fino a notte inoltrata.

 

Per il viaggiatore attento e amante della cultura, Barcellona offre ugualmente tantissimo sia a livello architettonico che artistico. Ciò che salta subito all’attenzione è il simbolo ormai della città, oltre che del modernismo catalano, ovvero il tempio incompiuto della Sagrada Família di Antoni Gaudí. Assolutamente non trascurabile è la Fundació Joan Miró, museo che conserva le opere più rappresentative del surrealista barcellonese Joan Miró oppure non meno importante il Museu Picasso dove si possono ammirare i capolavori del memorabile artista Pablo Picasso.

 

Non si può dire infine di essere stati a Barcellona se non si ha percorso almeno una volta la Rambla, il viale, tra l’alto ricco di negozi per fare shopping,  che unisce la piazza centrale e più importante della città, Plaça de Catalunya, con il porto vecchio. Tuttavia la città offre la sistemazione per la notte per tutte le tasche: esistono ostelli anche in centro, con prezzi a partire da €20,00 oppure hotel sulla spiaggia a partire anche da €50,00. 2813932469_e8f2d96d3e.jpgDall’Italia è possibile prenotare per esempio voli low cost da Milano a partire da circa soli €60,00 A/R o per chi vive al sud anche da Lamezia Terme alla stessa cifra. 

Repost 0
Published by Babsy - in Viaggi
scrivi un commento

Presentazione

  • : La rivista di Babsy
  • La rivista di Babsy
  • : Il blog di Babsy è un pizzico di tempo libero, per conoscere, ispirarsi e interessarsi di cose diverse!
  • Contatti

Profilo

  • Babsy

Archivi

Pagine